TI RICORDI DI ME LO CONSIGLIAMO PERCHE’

Roberto, scrittore di favole “alternative” e Bea maestra elementare si conoscono dalla terapeuta che li ha in cura. Lui è affetto da cleptomania lei invece è narcolettica e, se colta da forti shock emotivi, reagisce con improvvise perdite di memoria. Per questo motivo, Bea porta sempre con sé un libro in cui annota tutto ciò che le succede.
Roberto inizia da subito a corteggiarla in modo tenace nonostante le resistenze di lei decisa a non uscire dal suo tranquillizzante e “narcotizzante” copione di vita ma lui alla fine riuscira’ a realizzare la sua favola d’amore insieme a lei disegnando una “striscia imprevedibile” sul suo percorso di vita. Il percorso di questa coppia però non sarà privo di ostacoli anzi …
Non vogliamo dire di più per non togliere allo spettatore la bellezza di scoprire come finisce questa favola cinematografica; Edoardo Leo e Ambra Angiolini sono bravissimi nel dare vita ai moti interiori dei loro personaggi, portandone fuori sia il bello che il brutto senza alcun tipo di filtro. Quello che ne deriva è una complicità in grado di creare due persone che troveranno proprio nelle loro “stranezze” e nelle proprie fragilità il punto dal quale partire per costruire la loro relazione e soprattutto ricostruirla ogni volta che la vita e la loro condizione li metterà alla prova.