HYSTERIA LO CONSIGLIAMO PERCHE’

A Londra il giovane dottor Mortimer Granville lotta per far passare le nuove scoperte scientifiche negli ambulatori e negli ospedali ma i vecchi medici non ci stanno e così dopo l'ennesimo licenziamento trova lavoro presso il dottor Dalrymple, specializzato nella cura "manuale" dell'isteria. Ma un giorno, durante una visita al suo amico e benefattore Edmund, appassionato di congegni elettrici, si troverà ad inventare il vibratore...
Questo film sceglie di romanzare l'invenzione del vibratore, pensato in realtà, come strumento per la cura dei muscoli indolenziti in fisiatria. Nonostante la leggerezza, forse troppa, troviamo utile questo film che nei toni della commedia parla di un tema sempre attuale ovvero di come il corpo delle donne è stato visto e trattato dalla società. In particolare ai primi del 900 dove usando le parole di Charlotte, la protagonista del film, “l’isteria è una diagnosi pigliatutto” ed è così che nel film si confrontano i due modi di trattare il malessere femminile, quello maschile - istituzionale con la sua spiegazione medica e la soluzione chirurgica, ovvero l’isterectomia, e quello femminile che si interroga su cosa dica il sintomo...